+

    Storytelling

    L’arroganza del ritratto

    In Italia, la tendenza dei ritratti sta promuovendo un legame intimo con la fotografia, ma spesso si scade in arroganza e presunzione. E questo fa male a tutto il settore

    LAST CHRISTMAS (of Ceaușescu)

    A trent'anni dalla rivouzione ronena che ha destitutio Ceausescu, Anton Roland Laub riflette su luoghi e oggetti testimoni del tempo

    Leggere le immagini non significa schierarsi, ma alfabetizzarsi

    Capire e contestualizzare le immagini del conflitto tra Israele e Palestina significa imparare a difendersi dall'ambiguità della fotografia e di chi la veicola

    Silvio Berlusconi: iconografia di un simbolo italiano

    Si è spento all'età di 86 uno dei personaggi più importanti e controversi della storia italiana. Abbiamo raccolto una serie di immagini e video tra i più siginficativi di Silvio Berlusconi

    Ma l’Intelligenza Artificiale è davvero intelligente?

    La riflessione di Mattia Baldi si domanda a quale punto di sviluppo sia arrivata AI e mette in relazione software e produzione artistica

    Le fotografie di Giuseppe Primoli ci riportano nella Roma di fine Ottocento

    Il nuovo libro pubblicato recentemente da tab edizioni ci viene raccontanto in un'intervista alle curatrici del progetto: la prof.ssa Ludovica Cirricione d’Amelio e Valeria Petitto della Fondazione Primoli

    «Il fotografo deve conoscere in maniera approfondita gli eventi per poterli raccontare»

    Lo dice Roberta Levi, vicepresidente del GRIN e curatrice della mostra 'Exodus' di Nicolò Filippo Rosso, vincitore del Premio Ponchielli ed esposto alla dodicesima edizione di Cortona On The Move

    ‘Boys of Volta’: un reportage dal lago artificiale più grande del mondo

    Il fotografo Jeremy Snell è andato in Ghana per raccontare la vita attorno al lago Volta, dove lo sfruttamento minorile è una gravissima piaga sociale. Parte dei guadagni del libro andrà all'ONG International Justice Mission

    «Avere una macchina fotografica significa avere una voce»

    Lo dice Houston Vandergriff, fotografo con la sindrome di Down che, grazie alla fotografia, è in grado di condividere il suo pensiero sul mondo, senza pronunciare una parola. Lo abbiamo intervistato

    Latest articles

    spot_imgspot_img