+

    ‘Industrials’ di Campigotto in mostra a Milano

    Fino al 20 Aprile 2024, allla galleria Frediano Farsetti di Milano, Campigotto presenta fotografie realizzate tra il 1997 e il 2023

    Le immagini di Campigotto rappresentano molto più di semplici macchinari e luoghi legati alla produzione; sono testimonianze di un mondo in continua evoluzione, dove il passato e il presente si intrecciano in un’unica visione poetica e suggestiva. Il processo creativo dell’artista sembra essere profondo e sedimentato nel tempo, un lavoro continuo di ricerca e perfezionamento per rivelare la vera essenza di ciò che viene fotografato. Successivamente, ogni singola immagine viene sottoposta ad un lungo processo di editing per far emergere non tanto l’oggetto o il paesaggio fisico, ma piuttosto la sua interpretazione.

    Industrials, Luca Campigotto
    Industrials, Luca Campigotto

    I macchinari diventano quasi degli esseri viventi, delle entità aliene che dominano il loro territorio con potenza e maestosità, mentre i porti di Venezia e Genova appaiono come delle cattedrali moderne, dove tutto si ferma in un momento di silenziosa contemplazione. L’uomo, l’artefice di tutto ciò che vediamo, è assente ma la sua presenza si avverte forte e tangibile in ogni dettaglio immortalato dal fotografo. Le ciminiere, i serbatoi, gli ingranaggi rappresentano il cuore pulsante della produzione industriale, un mondo affascinante e spesso misconosciuto che viene portato alla luce attraverso uno sguardo attento e sensibile; e ci ricorda quanto siamo capaci di creare e trasformare il nostro ambiente.

    Industrials, Luca Campigotto
    Industrials, Luca Campigotto

    La mostra all’interno degli spazi della galleria d’arte Frediano Farsetti, che presenta fotografie realizzate tra il 1997 e il 2023, è articolata su tre livelli: Il piano terra della mostra indaga ciminiere, serbatoi, ingranaggi trasportando lo spettatore all’interno, letteralmente, dei luoghi della produzione. Il secondo piano esplora diversi contesti produttivi mentre il terzo piano è dedicato a Genova e Venezia.

    Marghera 2006, Luca Campigotto
    Marghera 2006, Luca Campigotto

    Luca Campigotto è nato a Venezia nel 1962 e vive a Milano e New York. Dopo aver conseguito la laurea in Storia Moderna, con una tesi sulla letteratura di viaggio nell’epoca delle grandi scoperte geografiche, si è dedicato alla fotografia di paesaggio, realizzando progetti in tutto il mondo. Nel 2015 ha ricevuto il Premio Hemingway per il miglior libro fotografico.

    SITO WEB

     

     

     

    Manuelaannamaria Accinno
    Manuelaannamaria Accinno
    Laureata in Storia e critica dell’arte alll’Università Statale di Milano, amante dell’arte in tutte le sue forme, riserva un occhio speciale alla fotografia. Lavora con alcuni artisti contemporanei, scrivendo testi critici e curando esposizioni personali e collettive. Ha collaborato con Rolling Stone Italia e attualmente scrive per Black Camera.

    Ultimi Articoli

    Events

    Ti potrebbe interesare anche: